LE VERNICI NATURALI PER IL LEGNO

Sostengo e promuovo un artigianato che sia realmente eco-sostenibile, sotto tutti i punti di vista.
Ecco perché ho dedicato, e continuo a farlo, molto tempo in ricerca e sperimentazione di vernici naturali per la protezione dei miei manufatti in legno.
Sebbene oggi l’industria delle vernici sia in grado di rispondere alla quasi totalità delle richieste del consumatore, non ho mai trovato un buon feeling con i prodotti sintetici in commercio, i quali non rispondono, a mio avviso, ad una caratteristica fondamentale: conferire al legno un aspetto che sia il più naturale possibile.
Per questo motivo ho iniziato a realizzare da me tutti i prodotti di finitura per il legno, a partire dall’impregnante fino alle vernici di finitura, compresi i turapori e gli encausti di cere.

 

vernici naturali per legno

 

MATERIE PRIME PURE E DI PRIMA QUALITA’

Utilizzo oli primari con la migliore purezza possibile, e da essi cerco di trarre le loro qualità per realizzare un prodotto che possa nutrire e proteggere il legno nel miglior modo possibile.

 

Approfondimento: la finitura del legno ad olio

 

Disponendo di una vasta scelta di oli diversi, siccativi e non,  oltre a resine e gomme naturali, riesco a creare, anche in piccole quantità, prodotti che meglio si adattano alla tipologia di legno specifica che devo trattare, si essa una conifera resinosa oppure un legno esotico.
Credo che un buon esempio di artigianato passi anche da questo: garantire al cliente competenza e professionalità, in linea con le sue aspettative.

 

VERNICI NATURALI E SINTETICHE A CONFRONTO

 

gommalacca a tamponeIn termini assoluti si può affermare che le vernici sintetiche siano più resistenti rispetto a quelle naturali, tuttavia bisogna considerare il contesto di utilizzo del manufatto che intendiamo proteggere e la sua destinazione d’uso: molte delle resine che impiego, ad esempio, possono tranquillamente essere utilizzate anche per il legno esposto in esterno, perché già la natura stessa le ha create per questo scopo.

Un’altro aspetto, a mio avviso molto importante, è il ripristino della finitura che con il tempo si è rovinata: quasi sempre una vernice sintetica deve essere completamente rimossa, riportando il legno a nudo, prima di poter essere applicata nuovamente.
Al contrario, questo non è quasi mai necessario se scegliamo una finitura naturale.

Infine il lato estetico, anche se trattasi di un parametro soggettivo: il legno è un materiale bellissimo ed io voglio evitare di imbruttirlo con prodotti creano pellicole dall’aspetto plasticoso e poco realistico.

 

Vuoi provare a realizzare da solo un impregnante ad olio?
Oppure una soluzione di pura gommalacca per applicazioni a tampone?